Home –  Generale – L’argento colloidale contro le infezioni

L’argento colloidale contro le infezioni

argento colloidale contro infezioni

Utilizzato fin dai tempi antichi l’argento colloidale è noto per le sue proprietà antibiotiche ed antibatteriche. Pare che gli antichi avessero osservato una minore incidenza di infezioni in soggetti a contatto reiterato con l’argento e dunque ne avessero già compreso le proprietà curative.

Quali sono le sue caratteristiche e quali le sue proprietà?

Dapprima diffusissimo nella cura delle infezioni batteriche, con l’avvento degli antibiotici l’argento colloidale è stato lasciato cadere in disuso. con la riscoperta dell’ interesse verso forme di cura alternative a quelle offerte dalla medicina ufficiale, spesso recuperate con successo dalla saggezza dei nostri antenati ritorna in campo anche l’argento colloidale. Essendo però un metallo, se non correttamente utilizzato, può causare seri danni per la salute. in europa sono vietate produzione e vendita di preparati edibili a base di argento colloidale, poiché pare sussistano dei i rischi connessi all’accumulo di micro particelle nell’organismo.

Questo particolare colloide è caratterizzato da microparticelle di metallo argenteo sospese in liquido acquoso. Più puro è il colloide più fine è lo spessore delle particelle metalliche in sospensione. Si presume che a una maggiore purezza corrisponda anche una maggiore efficacia curativa. omeopati e naturopati lo utilizzano come un’alternativa naturale agli antibiotici. E’ ritenuto efficace nel contrasto di infezioni batteriche, fungine e parassitarie di vario genere.

Controindicazioni e svantaggi possibili

Nel secondo novecento, è stato sottoposto a diversi studi, prevalentemente in campo dermatologico, che ne hanno attestato ulteriori capacità come quella di costituire una valida forma di cura delle affezioni della cute sensibile quali verruche, dermatiti, acne ed eczemi. Sembra che proprietà argento colloidale posseggano anche i cocosmetici, gli viene infatti attribuito un potere ringiovanente ed antirughe. Inoltre pare costituisca un prezioso rimedio ai danni provocati alla cute dalle ustioni. Non è chiaro se possa avere effetti nocivi sull’organismo dipendenti dose-dipendenti; contrastanti infatti sono i pareri riguardo alla sua tossicità.

Come già accennato l’argento colloidale presenta delle controindicazioni legate al suo appartenere al gruppo dei metalli. In Italia tuttavia, in base alla regolamentazione europea, non sono disponibili sul mercato preparati edibili a base di argento colloidale. lo si può trovare però certamente in preparazioni per uso esterno e prevalentemente dedicate alla cura delle affezioni della pelle. È sempre consigliato assicurarsi di non essere allergici all’argento prima di curarsi con argento colloidale, poiché una larga fetta di popolazione presenta allergie ai metalli ed è bene altresì attenersi scrupolosamente alle prescrizioni dello specialista, utilizzando il prodotto solo su consiglio.